RIFLESSIONE MENSILE- CRISTO RE

CRISTO RE

In questo mese ci prepariamo alla celebrazione di Gesù Cristo come Re universale delle anime e dei popoli.

“Ma quanto è giusto e necessario che l’odierna festa di Cristo Re sia inquadrata appunto sul Calvario…La regalità di Cristo deve essere sempre riferita all’evento, che si svolge su questo colle, ed essere compresa nel mistero salvifico, ivi operato da Cristo: dico l’evento ed il mistero della redenzione dell’uomo. Cristo Gesù si afferma re proprio nel momento in cui, tra i dolori e gli strazi della croce, tra le incomprensioni e le bestemmie degli astanti, agonizza e muore.

Davvero, una regalità singolare è la sua, tale che solo l’occhio della fede può riconoscerla: “Regnavit a ligno Deus!” Dio regna da un legno.[1]

“La Sua “regalità” è totalmente diversa da quella del potere mondano; essa si manifesta e trionfa solennemente sulla croce e dalla croce; è una regalità di umiltà, di povertà, di nascondimento, di disponibilità, di donazione, di sacrificio fino alla morte. E la sua corona regale è composta di spine pungenti e dolorose![2]

Il desiderio di una madre e di un padre è il bene dei loro figli, come madri e padri spirituali dobbiamo porre tutto il nostro impegno a lavorare per la salvezza delle anime, che non è altro che far sì che Cristo regni nelle anime e nelle nostre società.

Che in questo mese di novembre siano numerose le anime che desiderino aderire a questo progetto delle 40 ore di orazione per i sacerdoti e i religiosi.

Vi invitiamo quindi a registrarvi nei turni di novembre che cominceranno sabato 14 alle ore 15 e si concluderanno lunedì 16 alle 6 della mattina.

 

Dio vi benedica tutti e VIVA CRISTO RE!

 

[1] OMELIA DEL SANTO PADRE GIOVANNI PAOLO II. Solennità di Cristo Re. Domenica 23 novembre 1980

[2] DISCORSO DEL SANTO PADRE GIOVANNI PAOLO II ALL’ISTITUTO SECOLARE CRISTO RE. Lunedì 24 novembre 1980

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.