Bollettino Ottobre 2022

Messaggio di P. Bernardo Ibarra

Care donne delle 40 ore,

 

Oggi c’è molto in gioco, viviamo in tempi difficili e come si suol dire: “a mali estremi, estremi rimedi”. Per questo sono nate “le 40 ore per le vocazioni”. Questo è il grande rimedio di cui dobbiamo avvalerci in questi tempi: aumentare le vocazioni sacerdotali e religiose.

 

Alcune persone potrebbero dire che sarebbe meglio fare qualcos’altro, o che ci sono cose più importanti di cui preoccuparsi, come la povertà, la guerra, l’uso di droghe, ecc. Ma non è così, la cosa più importante è avere sempre aperta la via del Paradiso, perché, come diceva il grande Fulton Sheen: “se le anime non si salvano, allora nulla si salva”. È inutile smettere di avere poveri se non ci sono sacerdoti. È inutile che la guerra finisca se non ci sono uomini che portano Dio fatto uomo ai nostri altari. Inutile.

 

Da qui l’urgenza “dell’ora” e l’imperativo bisogno di inginocchiarsi di fronte al Tabernacolo e chiedere ciò che Gesù ci ha detto di chiedere: “l’aumento degli operai per la messe”.

 

L’instancabile missionario dell’Alaska, Segundo Llorente, visse consumato dal desiderio di far nascere nuove vocazioni, cosa tra gli eschimesi particolarmente difficile. Questa sua instancabile preghiera fu accolta dal Signore che fece nascere migliaia di vocazioni sacerdoti e religiose in altri paesi. Ogni grande anima non può che avere questi stessi desideri.

 

Il tempo in cui viviamo ci preme e ci costringe a prestare attenzione all’essenziale: le anime devono essere salvate. «Dammi anime», disse don Bosco, «e conservate il resto». Sia questo il motto delle donne delle 40 ore perché, avendo questo fuoco interiore nel cuore possano, con le loro preghiere, donare a  Dio migliaia di nuove vocazioni per la sua Chiesa, ricordando sempre che «chi cerca trova».

 

Dio vi benedica,

 

Padre Bernardo Ibarra, IVE

Preghiera per la santificazione dei Sacerdoti, di Santa Teresa di Gesù Bambino

O Gesù che hai istituito il sacerdozio per continuare sulla terra

l’opera divina di salvare le anime

proteggi i tuoi sacerdoti (soprattutto: …………..)

al riparo del tuo SACRO CUORE.

Mantieni immacolate le loro MANI CONSACRATE,

che toccano quotidianamente il tuo CORPO SACRO,

e mantieni pure le loro labbra bagnate dal tuo PREZIOSO SANGUE.

Mantieni i loro cuori puri,

segnati dal sublime sigillo del SACERDOZIO,

e non permettere che lo spirito del mondo li contamini.

Aumenta il numero dei tuoi apostoli,

e che il tuo Santo Amore li protegga da ogni pericolo.

Benedici le loro fatiche,

e che, come frutto del loro apostolato ottengano la salvezza di molte anime.

Possano essere la tua consolazione qui sulla terra e la tua corona eterna in Cielo.

Amen

San Giovanni Paolo II: “Il lamento di Cristo tocca profondamente il nostro popolo…”

Dal messaggio del Santo Padre Giovanni Paolo II per la XXI Giornata Mondiale delle Vocazioni (1984)

 

Come Pastore della Chiesa universale, non posso non aprirvi ancora una volta il mio cuore ed esprimere la sollecitudine che costantemente mi incoraggia per l’effettiva crescita delle vocazioni al sacro ministero, alla vita consacrata nelle sue diverse forme e alla vita missionaria. Si tratta, infatti, di un problema di vitale e fondamentale importanza per la comunità dei credenti e per tutta l’umanità…

Il Buon Pastore manifesta il desiderio di aumentare continuamente il suo gregge. Ci sono infatti molte pecore che stanno fuori dell’ovile (cfr Gv 10, 16). Ha sempre davanti agli occhi l’esperienza drammatica delle moltitudini di tutti i tempi, «stanche e abbattute come pecore senza pastore», che lo fa esclamare: «Grande è la messe, ma pochi sono gli operai» (Mt 9, 36). -37). Il pianto compassionevole del Cuore di Cristo si ripete nel tempo e ci colpisce profondamente. Chi può rimanere insensibile di fronte all’aumento vertiginoso del bisogno di evangelizzazione? Il divin Redentore chiede a tutti noi di collaborare affinché non manchino mai gli operatori del Vangelo, perché ci siano sempre uomini e donne decisi a consacrarsi interamente al servizio del Popolo di Dio.

I commenti sono chiusi.